Home > Cercare sintomi su internet

Cercare sintomi su internet

Cercare sintomi su internet

Capire davvero che cosa sia una malattia e quali potrebbero essere le sue case, aiuta a vivere meglio e magari a fare una buona prevenzione. Cosa ben diversa dalle cure fai-da-te. Per quanto la tecnologia possa fare promesse, che comunque non sempre mantiene, e per quanto sia più facile del previsto distinguere le fake news dalle notizie corrette e attendibili, la cura fai-da-te attraverso Internet resta demenziale.

Non ci sarà mai nessun bit al mondo che ci darà la garanzia di riuscire a distinguere tra un dolore di stomaco e un infarto, oppure tra la scarsità di fiato quando si salgono le scale a piedi e un tumore al polmone che avanza. Per queste diagnosi, per qualsiasi vera diagnosi, tanto più se riferita a malattie delicate, servono strumenti corretti, occhio clinico e bravi medici. Uomini e donne in carne ed ossa, non il Dr. Google o il Dr. Mi direte: Anzi, mi pare di capire che alcuni medici a forza di sprecare tempo firmando carte nei reparti ospedalieri oppure di considerare i pazienti come dei numeri per aumentare il monte-visite private, e i relativi incassi, abbiano perso di vita il principale dovere di un bravo e responsabile dottore: Con empatia , con serenità, con competenza.

Ma a fronte di una minoranza di medici mediocri o perfino farabutti, una minoranza che, badate bene, esiste in tutte le categorie, anche tra i giornalisti, lavora una maggioranza di dottori, appassionati e competenti, dei quali ci possiamo e ci dobbiamo fidare. E sempre più spesso è internet la fonte a cui si ricorre per avere risposte: Il dato emerge da un questionario somministrato ad un campione di pazienti del Centro Medico Santagostino.

Sono due gli aspetti attorno ai quali si concentrano gli interessi: Il grande primato dei portali di informazione Wikipedia, Mypersonaltrainer ecc. I forum come alfemminile. Dai dati raccolti non sembrano riscuotere molto successo i forum di pazienti e i gruppi sulla salute: I motori di ricerca spesso forniscono informazioni irrilevanti, che possono portare ad una diagnosi sbagliata, ad un auto-trattamento sbagliato e a possibili danni per la salute. Le persone cercano una risposta precisa alla loro condizione, sempre. In Italia, 15 milioni di persone, cercano informazioni sul web per disturbi o sintomi.

I candidati di spicco, per le tentate diagnosi su web, sono i millennial. Il fenomeno, è diventato talmente comune , da aver anche un proprio nome. Come si diceva più in alto, il potere informativo della rete non è di per sé un male. Anche quanto alla nostra salute, potrebbe prestarci qualche utile informazione. Anche per i farmaci senza obbligo di ricetta, consulta il medico o il farmacista. Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati. Giornale Blog Conferenze Contatti Merchandising. Il Superuovo.

Cercare sintomi su internet - Non sprecare

Cercare i sintomi su Google può generare un ulteriore disturbo, Una patofobia (paura delle malattie) che prima di internet non c'era e che è. La prima cosa da fare è ovvia: smetti di cercare sintomi su internet, la mia ansia e a smettere di verificare su internet eventuali patologie. Ok, da un lato ti capita di cercare una diagnosi online per fare prima, sperando che internet ti dica "non è niente" e tornare quanto prima alla. Soffro di questa mania nel cercare su internet sintomi di malattie o disturbi fisici in gioco-butterfly.ashleyhower.com peggio quando si finisce nei blog dove la. E sempre più spesso è internet la fonte a cui si ricorre per avere risposte. si concentrano gli interessi: i sintomi (75,9%) e le patologie (73,9%). una ricerca su internet, probabilmente si è tentati di continuare a cercare. Cerchi sintomi, cure, e spesso spiegazioni a malattie vere o presunte, su Internet. Qual è il modo giusto di farlo? E' giusto farlo?. Mi ero prefissata di non cercare nulla online, sopratutto riguardo alla fibromialgia. . invece sono semore li su Google a digitare "fibromialgia.

Toplists